Category Archives: Senza categoria

Senza categoria

Cambiano le abitudini degli italiani sul caffè?

Published by:

Cresce l’offerta del caffè in cialde e capsule e sempre più italiani preferiscono le macchine da caffè automatiche al bar

Macchine del caffè sempre più economiche e vantaggiose offerte di comodato d’uso hanno permesso alla maggior parte delle nostre case di essere dotate di una macchina da caffè in cialde o capsule automatica. La mancanza di tempo e il bisogno sempre più impellente di praticità sta rendendo la moka, la caffettiera tradizionale, obsoleta.

Pochi sanno che l’origine del suo nome, Moka, scelto da Luigi De Ponti e Alfonso Bialetti nel lontano ’33, si ispira alla citta dello Yemen Mokha, tra le più antiche aree di coltivazione produzione di caffè arabico. Il prodotto dal design industriale tutto italiano, riconoscibile in tutto il mondo e già presente nella collezione permanente del MoMA di New York e della Triennale Design Museum di Milano, potrebbe diventare tra pochi anni un vero e proprio pezzo da museo.

Le nuovissime e scintillanti macchine da caffè automatiche, non sono più semplici elettrodomestici ma complementi d’arredo, soggette ai trend dell’home design. La praticità è la velocità con cui si può preparare il caffè in ogni momento della giornata ha sicuramente favorito la sua diffusione, ma anche il sapore del caffè espresso come quello che si trova al bar ha ampiamente contribuito.

Le miscele di caffè tostato infatti, nonostante il costo medio al kg di soli 10€, nettamente inferiore i 48€ al kg delle capsule, registrano un calo nelle vendite. Se già nel 2013 il caffè in capsule veniva visto come un fenomeno, oggi è una vera e propria esplosione. I primissimi in quegli anni a cavalcare l’onda del +20% annuo di fatturato sono stati sicuramente Lavazza e Nespresso, del gruppo svizzero Nestlé. Mentre le miscele per caffettiera, i grani, il caffè solubile, registravano un sensibile calo del -9%.

Allineati a questi trend positivi sono anche i consumi ai distributori automatici, utilizzati da 30 milioni di italiani, che uniti ai fruitori di caffè in capsule, generano un fatturato annuo di oltre 3,4 miliardi di euro, +3,1% rispetto al 2014.

Dai dati Iri del 2013, il mercato del caffè era dominato per il 65% dai 3 principali player di settore. Negli anni a seguire però la competitività del settore è decisamente aumentata, riducendo il predominio del mercato dei maggiori player dal 69,8% del 2014 al 69,2% del 2015.

Molti rivenditori di capsule e cialde per caffè hanno infatti spostato con successo il loro business verso la realizzazione e la vendita di capsule compatibili a marchio proprio. I consumatori abituali di caffè porzionato non sono più fidelizzati come un tempo e sono sempre più propensi a provare nuove miscele grazie all’opportunità di poter impiegare la propria macchina con capsule non originali.

Il potere acquisito negli anni da Lavazza, Nespresso, Illy, Necsafé, viene destabilizzato principalmente dai competitor online, che propongono scontistiche vantaggiose e prezzi competitivi. Anche i canali di vendita più tradizionali come OCS (Office Coffee Service), risentono di questa competitività senza confini, che permette di acquistare liberamente online.

Come già detto, le principali case di produzione di caffè in capsule che registrano aumenti del +20% di anno in anno sono solo 6. Lo scorso anno Nescafè Dolce Gusto si è affermato il miglior player, con un incremento del +34%, a seguire Caffè Borbone, Caffitaly System, Caffè Vergnano e Nespresso.

Ma emerge anche una nicchia di oltre venti aziende molto competitive, che propongono con successo cialde e capsule compatibili Nespresso}, Lavazza o Dolce Gusto, a marchio proprio. L’obiettivo di queste aziende è quello di offrire una miscela di alta qualità impiegabile senza essere vincolati dalla forma e dalla tipologia di capsula, ma un altro grande punto di forza è la produzione di capsule biodegradabili.

Jean-Paul Gaillard, ex Ceo di Nespresso, oggi fondatore di Ethical Coffee Company, utilizza il termine disastro parlando del riciclo delle bellissime e coloratissime capsule in alluminio che sono l’emblema e la forza del colosso Nestlè.Ognuna contiene solo 5-6 g di caffè e richiede 500 anni per decomporsi. Nonostante l’alluminio sia riciclabile all’infinito, non bisogna sottovalutare in primis i costi di estrazione dal minerale, e poi la pulizia, l’asciugatura e lo smaltimento delle capsule.

Sempre più persone oggi sono sensibili al packaging sostenibile e decidono di conseguenza di acquistare da altri produttori, senza rinunciare al caffè espresso a casa propria o in ufficio.

Senza categoria

Consulenza SEO: 7 caratteristiche che un buon consigliere SEO dovrebbe avere

Published by:

7 caratteristiche che un buon consigliere SEO dovrebbe avere

Ho incontrato molti esperti in consulenza SEO durante la mia carriera professionale. Non tutti hanno pensato la stessa cosa ed è curioso vedere come le strategie utilizzate da entrambi differiscono considerevolmente. Tuttavia, sono stato in grado di verificare come tutti quelli che considero un buon consigliere SEO condividono tratti comuni.

Questi sono i requisiti minimi che ho notato quando considero collaborare con un consulente SEO, agenzia o freelance:

1 .- Solida conoscenza della programmazione web

C’è un infiniti fattori tecnici che influenzano il posizionamento di un sito web e che devono essere presi in considerazione per effettuare una buona consulenza SEO: prestazioni, errori javascript, la posizione degli elementi all’interno del codice … Un SEO che non è in grado di capire perché questi fattori saranno seriamente limitati quando si tratta di guidare uno sviluppatore a correggere ciò che pensa dovrebbe essere migliorato.

2 .- Conoscenza della ricerca di mercato

] Per essere in grado di posizionare una pagina all’interno di un settore, un consulente SEO deve essere in grado di immergere il settore e sapere che cosa sta cercando un utente che potrebbe essere interessato ai siti che stiamo cercando di posizionare, oltre a saper distinguere tra traffico irrilevante e traffico di qualità per quel particolare settore.

3 .- Sapere come strutturare il contenuto di una pagina

Ciò che è noto come contenuto SEO . Dove, come e perché posizionare un elemento qua o là, gestire correttamente la densità delle parole chiave. In breve, un consulente SEO deve sapere come rendere il contenuto di una pagina per aiutare il posizionamento.

4 .- Avere nozioni di usabilità

L’usabilità di un sito web influisce sulla percentuale di rimbalzo , al momento della permanenza sulla pagina e dell’intera user experience in generale, che ha un impatto (e probabilmente ha un impatto sul futuro) nel posizionamento. Molti consulenti SEO finiscono per diventare specialisti in CRO.

5 .- Essere aggiornati con le ultime notizie

Google introduce continuamente variazioni nei suoi algoritmi di posizionamento, così che i professionisti che si dedicano a questo mondo dobbiamo sempre essere informati di ciò che verrà.

6 .- Conoscere la differenza tra le diverse strategie di posizionamento

Soprattutto nei settori più competitivi. Non è la stessa cosa perseguire un posizionamento orientato verso un pubblico locale piuttosto che verso un pubblico internazionale. Né è lo stesso per cercare un posizionamento di Long Tail e Sort Tail. Sapendo quale strategia utilizzare in qualsiasi momento distingue qualcuno con conoscenza del SEO da un consulente SEO professionale.

7 .- Curiosità senza limiti

Il mondo del posizionamento nei motori di ricerca ha un sacco di ricerca, prove ed errori ed esperimenti per verificare l’impatto di determinate tecniche. Un buon consulente SEO dovrebbe essere qualcuno a cui piace investigare da solo (ora sono ossessionato dal miglioramento di Drupal SEO: D). SEO è solo appreso facendo SEO.

Cosa ne pensi? Pensi che un buon consulente SEO dovrebbe avere qualche altra qualità?

Senza categoria

Come ottenere una bella acconciatura senza difficoltà

Published by:

Con acconciatura si intende il modo in cui vengono presentati i capelli. Avere un taglio ed una acconciatura di bell’aspetto è importante, perché i capelli sono uno degli elementi che determinano l’aspetto complessivo della persona.

Tutte le ragazze e le donne hanno come desiderio quello di avere una pettinatura che sia semplice da fare, ma che al tempo stesso possa mettere in mostra gli aspetti migliori del corpo e mettere in luce la bellezza e l’eleganza della persona.

In questa guida vediamo come ottenere una bella acconciatura senza sforzo. Questa pettinatura si baserà sulla coda di cavallo, conosciuta sicuramente da tutte le donne. Si tratta di una pettinatura tradizionale, ma che non passa mai di moda e che infatti è stata riproposta anche fra le ultime tendenze del momento.

Il primo passo è quindi fare una classica coda di cavallo. Questa può essere fatta su tutti i tipi di capelli, a patto che essi siano medi o lunghi. La coda non può infatti essere utilizzata dalle donne che hanno un taglio corto: esse non potranno fare la coda, ma sarà lo stesso taglio corto a mettere in risalto i loro lineamenti, senza la necessità di fare ulteriori acconciature.

Una volta ottenuta la tradizionale coda di cavallo, essa può essere modificata e personalizzata. Questo passaggio è importante perché consente di ottenere una acconciatura originale, sebbene il punto di partenza sia una classica coda.

Proprio per il fatto che questa pettinatura può essere modificata e personalizzata, la coda non deve essere ritenuta banale. Alcune donne la considerano tale, ma si tratta di un errore, perché non solo la coda non è banale, ma potrebbe rivelarsi la soluzione perfetta per molte situazioni.

Vediamo alcuni modi per personalizzare la propria coda di cavallo:

  1. Scegliere se utilizzare tutti i capelli o se lasciare alcune ciocche libere per dare un tocco di originalità ed avere un aspetto diverso dal solito.
  2. Scegliere se fare una coda di cavallo alta, oppure se legare i capelli a media altezza.
  3. Scegliere se ottenere una coda centrale, oppure se spostarla da un lato per un look alternativo.
  4. Scegliere fra una coda di cavallo con capelli perfettamente lisci e una coda con capelli leggermente arruffati. Il messy, se nella giusta dose, può essere la marcia in più della propria acconciatura, ma bisogna fare attenzione a non calcare troppo la mano.

Scegliendo a proprio piacimento le caratteristiche della coda di cavallo tra quelle appena elencate sarà possibile ottenere in pochi minuti una semplice ma bella pettinatura.

Senza categoria

Divani moderni e multifunzione per il tuo salotto

Published by:

divano moderno

L’ altro giorno passeggiando per le strade del centro sono rimasto stupito da alcuni modelli di Divani Moderni esposti nelle vetrine di un negozio di arredamento, ma non ero stupito per via della loro bellezza ma da quanto funzionali possano diventare e dall’ uso esclusivo che può essere dato ad un divano che in un primo momento è destinato solo al riposo, ma è che quello che ho visto (e mi è piaciuto scoprire) c’ è molto di più.

Sembra anche che ci siano molti designer che si avventurano per costruire questo tipo di divano perché ci sono molti disegni e molto diversi per forma e funzionalità, qualcosa che mi fa pensare che non avrete nessun problema a trovare quello migliore per andare nel vostro soggiorno e con la vostra decorazione.

divano multifunzionale

Se avete un Ikea nelle vicinanze potete trovare anche diversi disegni e modelli di divani multifunzione così se siete alla ricerca di un divano di questo stile, questa azienda sarà anche una buona idea per trovarlo. Anche se sono sicuro che in altri negozi di mobili si possono trovare anche grandi disegni.

Ma ci si può chiedere che tipo di funzionalità possano avere questi divani, perché il primo e più importante è lo storage. Ci sono molti disegni di divano che solleva la parte seduta per avere un vano portaoggetti che certamente deriva da scandalo per essere in grado di mantenere tutto il necessario per avere la casa ben piastrellato in ogni momento senza spazzatura attraverso.

Altre funzioni che si possono trovare nel mercato, ad esempio, è che un divano diventa un letto, qualcosa noto a tutti come il divano? Ma ci sono anche modelli di divano che hanno tavoli da incasso, ripiani, cassetti sui lati per contenere oggetti che si desidera avere a portata di mano come telefoni cellulari o telecomandi.

Quale sarebbe la migliore funzione che un divano di questo tipo dovrebbe avere per voi?

I giorni in cui tutto quello che potevamo scegliere erano divani in colori neutri come il nero o il marrone, sono rimasti nella storia. Ogni giorno il colore inonda sempre di più, in tutto ciò che riguarda l’ arredamento d’ interni e possiamo indulgere non solo con uno spettacolare divano per il nostro soggiorno, ma anche in un arredamento di massimo comfort. Oggi abbiamo suggerimenti bellissimi da considerare, quando si decide di cambiare il divano questa primavera estate o quando si sta decorando la vostra casa per la prima volta, è possibile investire in un divano che non solo sembra bello, ma è durevole.

Il rosso è un grande colore, in molte culture è considerato il colore dell’ amore e della passione, ma è anche considerato il colore dell’ ottimismo, dell’ entusiasmo e della forza. Così un colore così intenso e accattivante da poter essere combinato con molti altri, convertito in divano, è un pezzo di arredo che si può utilizzare per trasformarlo in protagonista del soggiorno, combinandolo con altri mobili in colori come il bianco e il nero.

In alcuni anni della metà del 20 ° secolo, mobili acquisito colore grande, si poteva vedere tendenze di colore che erano inclinati dal giallo o verde, tra gli altri colori potenti. Anche se a partire dagli anni’ 70, gli stessi caddero in disuso, a causa dell’ ascesa di una decorazione più sobria e chic, ora è possibile anche godere di combinazioni cromatiche come il giallo con tessuti stampati in colori contrastanti come il blu e il bianco.

E cosa dire di viola che domina il mondo della moda, può essere solo un colore influente nel mondo della decorazione. Questo bellissimo divano sarà molto ammirato nel soggiorno della vostra casa, e si fonderà perfettamente con l’ ambiente decorativo della vostra casa.

Senza categoria

Decidere Di Ripararlo è Spesso Un Buon Investimento

Published by:

Anche per la lavastoviglie valgono gli stessi consigli delle lavabiancheria: evitare di risaldare l’acqua con l’elettricità, riempire completamente l’apparecchio prima di utilizzarlo e preferire i sistemi di lavaggio “ecologici”. Usa il decalcificante ad ogni lavaggio. Possono garantire elevate prestazioni ed un corretto lavaggio di tutti i capi. Da noi troverete tutti i ricambi folletto, originali e garantiti, gli unici in grado di assicurare la perfetta efficienza degli aspirapolveri folletto e di mantenerne elevate le prestazioni. Ecco quindi alcuni consigli e accorgimenti per migliorare le prestazioni e limitare i consumi d’energia di frigorifero, forno, condizionatore, lavatrice e lavastoviglie. Il centro è anche rivenditore e assistente autorizzato per tutte le cappe Faber. Avere in casa un televisore guasto o la lavastoviglie rotta è infatti la molla che ci spinge a cercare un centro per la riparazione di elettrodomestici o a trovare un negozio ben fornito dove acquistarne di nuovi. Svegliarsi con il naso chiuso, avere gli occhi che lacrimano in continuazione e soffrire di starnuti e colpi di tosse improvvisi non è certo piacevole.

elettrodomestici

D a oltre 20 anni forniamo ASSISTENZA TECNICA per riparazione e manutenzione di tutti gli elettrodomestici. Ora vogliamo raggiungere un nuovo obiettivo: avviare una campagna di informazione e sensibilizzazione verso i nostri clienti per il recupero dei metalli preziosi contenuti nei rifiuti elettronici (cellulari, carica batterie ecc). L’ staff è in grado di individuare l’entità del guasto presente sull’elettrodomestico individuando la soluzione migliore (pulizia di parti meccaniche, ricambio ecc.).

La cosa migliore è mantenerlo pulito sempre, passando di acqua e aceto dopo ogni uso. Per eventuali depositi di detersivo passa uno straccio inumidito con acqua e aceto bianco. Fondamentale risulta essere l’uso di buoni prodotti anticalcare ad ogni lavaggio, oppure, in caso di detersivi naturali, l’aggiunta di un cucchiaio di aceto bianco o di bicarbonato di sodio direttamente nella vaschetta. Nel caso di piccoli elettrodomestici, il cliente è invitato a recarsi presso il centro assistenza e richiedere personalmente una riparazione.

  • Lavatrici (Regolamento Ue 1061/2010);
  • Dal 1/1/2018 classi da A++ a E;
  • Consumo energetico nei modi spento e lasciato acceso (Po e Pl);
  • – Frigorifero con uno o più scomparti per la conservazione di alimenti freschi
  • Cambio dei filtri o delle guarnizioni
  • Verificare lo stato del tubo in gomma
  • Tennis da tavolo ping pong

In ogni caso abbiamo visitato i loro siti in modo che le informazioni tecniche derivino dalla fonte principale, senza possibilità di errori. Entrare in questo negozio significa essere serviti dalla professionalità e dall’esperienza di un personale di valore. L’impresa si occupa dell’installazione e manutenzione impianti di riscaldamento, condizionamento e solari con servizi di qualità grazie al personale qualificato ed esperto. Una corretta manutenzione della lavatrice nel tempo può evitare fastidiose perdite d’acqua e svariati danni al resto della casa. L’esperienza, maturata in più di 20 anni, fa della nostra azienda Coppola Elettrodomestici una realtà affidabile e sicura per la riparazione degli elettrodomestici di casa tua. Nello sconfinato mondo degli elettrodomestici, in questa trattazione approfondiremo tre piccoli articoli: gli aspirapolvere e robot, le macchine da caffè e i forni a microonde. Sempre più diffuse le macchine per il caffe in cialde. La locuzione “manutenzione periodica” serve per racchiudere un elenco più o meno breve di attività da svolgere con regolarità e precisione, per ottenere tutti i risultati di cui sopra.

Decidere di ripararlo è spesso un buon investimento, che vi garantirà il ripristino del vostro dispositivo in breve tempo con un contributo economico irrisorio. Telefona, mandaci un fax, una mail o vieni pure in negozio: ti accoglieremo a braccia aperte e ti procureremo i ricambi elettrodomestici di cui hai bisogno. De Carli è un centro assistenza elettrodomestici multimarche, da oltre 20 anni al servizio della clientela del territorio di Bergamo – vanta un’esperienza notevole nella riparazione di lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi, cucine a gas, forni da incasso, piani cottura. Si occupa inoltre di riparazioni di elettrodomestici di tutte le marche. Frigoriferi: prendono sempre più piede anche in Italia i frigoriferi a doppia porta che, compatibilmente allo spazio (e al budget) a disposizione, integrano frigorifero e un congelatore di grande capienza in un’unica soluzione. Il frigorifero va sbrinato quando lo strato di ghiaccio non ha ancora raggiunto un cm di spessore. I servizi di assistenza si distinguono in base al prodotto.

Assistenza per gli elettrodomestici: a chi spetta negli appartamenti arredati? Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas a tutti i clienti domestici con “servizio di maggior tutela”. L’ampio magazzino dell’impresa ligure viene costantemente rifornito di nuova componentistica, per garantire al pubblico la massima disponibilità di parti di ricambio. Utilizzo di pezzi di ricambio nuovi e rigorosamente originali. Se vuoi stare tranquilla controlla che la clausola sia scritta nel contratto di vendita: se non c’è vuol dire che il rivenditore non è in regola» suggerisce l’esperto. Il banchi dei negozi specializzati e dei centro commerciali, ma spesso anche la nostra cucina, sono ormai popolati da una miriade di apparecchi detti “piccoli elettrodomestici“, che aiutano nella preparazione di alcuni cibi. Ecco un elenco dei principali utilizzabili in cucina, raggruppati per categorie. Lo staff fornisce tutte le indicazioni necessarie, indispensabili per una valutazione attenta dell’elettrodomestico. Oppure una vaporiera, una bistecchiera, un frullatore per preparare la cena?

Per ulteriori informazioni su Ricambi originali Vorwerk Folletto gentilmente visitate il nostro sito.

Senza categoria

foto gallery

Published by:

Il Nucleo redazionale incaricato dal MIUR di procedere alla revisione delle “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione”, ha divulgato, in data 30 maggio 2012, la bozza che ha consegnato alle istituzioni scolastiche per la consultazione e per ricevere osservazioni entro il 30 giugno. Una scelta sicuramente apprezzabile anche se, su una questione tanto delicata, sarebbe stato necessario avere a disposizione tempi più distesi per la revisione e per la consultazione.

L’AIMC si è adoperata per offrire il proprio contributo di riflessione sulla bozza ministeriale, che è stata anche fatta oggetto di attenzione e dibattito nella seduta congiunta del Consiglio nazionale e della Conferenza dei presidenti regionali, svoltasi a Firenze il 30 giugno e il 1 luglio u.s., nella consapevolezza che solo successive scelte ordinamentali coerenti potranno consentire alla scuola di operare in conformità con le nuove Indicazioni nazionali.

Riportiamo in apertura di questo numero di Notes il documento che la presidenza nazionale AIMC ha presentato al MIUR, recante le Note relative alla bozza. Un documento che presenta una serie di “punteggiature” – segnalate in corsivo – in cui l’Associazione ha evidenziato, come esito di una prima lettura, libera da precomprensioni, motivi di apprezzamento e punti di criticità. Un primo approccio “a caldo” da parte dell’AIMC con l’impegno ad attivare, nel prossimo futuro, un concreto accompagnamento alla scuola, chiamata in causa a testare e a mettere alla prova le nuove Indicazioni.

In chiusura, è presentato il documento che il Coordinamento nazionale per le politiche dell’infanzia e della sua scuola ha diramato al fine di ribadire l’“originalità” della scuola dell’infanzia italiana, che ha ricevuto riconoscimenti internazionali e rappresenta un qualificato contesto di apprendimento. Un’azione ritenuta opportuna dalle associazioni professionali e dalle sigle sindacali in esso rappresentate, per prevenire eventuali provvedimenti legislativo/ordinamentali che ne snaturerebbero finalità e assetto organizzativo.

fonte

Senza categoria

Voglio diventare una blogger

Published by:

Diventare Blogger di successo

C’è chi dice che il blog come strumento web sia ancora al suo albore e chi invece sostiene che oramai sia sulla via del decadimento e che a breve sarà totalmente rimpiazzato dai social media.

Espandere il proprio pubblico

Diventare blogger di successo dipende più o meno dall’incremento giornaliero della quantità di visitatori che leggono il tuo blog. Questi utenti solitamente si suddividono in due specie:

  • I nuovi visitatori: sono giunti sul tuo blog tramite social media, google o altri fonti, e ne rappresentano il core-business. Difatti, fidelizzare i nuovi visitatori significa aumentare la propria audience.
  • I visitatori di ritorno: rappresentano la prova inconfondibile della qualità del tuo lavoro. Se i visitatori tornano significa che sono stati positivamente colpiti dal tuo blog.

Come diventare una fashion blogger

  • Passione
  • Coraggio
  • Pazienza

Questo è tutto ciò che ti serve…

Il successo di una fashion blogger è determinato da:

  • competenze in pubbliche relazioni
  • conoscenze del comportamento del consumatore
  • immagine percepita dagli utenti della rete
  • esperienza in campo moda

Sorprese vero? Incredibile come la moda ricopra un ruolo così tanto marginale!

Non voglio illudere nessuno, se hai deciso di aprire un blog in questo settore devi tenere presente che:

Fare blogging è impegnativo

  1. La nicchia delle fashion blogger è molto competitiva (coraggio)

Tuttavia ci sono anche 2 buone notizie.

La prima è che se sfondi potrai guadagnare una montagna di soldi, sembra infatti che Chiara Ferragni guadagni 8 milioni di euro con il suo blog, la seconda è che oltre il 90% dei blog sulla moda fanno davvero schifo.

Mettendo in pratica i consigli presenti in questo articolo ti troverai in battibaleno davanti a tutti, o quasi… Fonte TrendFashion

Ma se successo sarà, devi essere pronta, ci vorrà del tempo. Nulla accade da un giorno all’altro.

 

Dovrai pensare, programmare e poi seguire una scaletta di cose da fare che vado subito a spiegarti.

Identifica il tuo stile

Per poter raccontare qualcosa di unico ed originale è opportuno prima fare un passo indietro e capire prima di tutto quale è il proprio stile.

Questo rappresenta un passaggio fondamentale per capire veramente chi sei e comprendere quello che è adatto al tuo stile personale e a quello dei tuoi lettori.

Ricorda che il tuo stile non è altro che punto di vista unico che hai della moda e delle infinite direzioni che puoi percorrere attraverso di essa.

Una volta compreso quale è il tuo stile avrai più chiaro quale sarà la direzione che devi prendere.Solo se avrai davvero tanta passione, sarai capace di superare dei momenti di difficoltà e dei cali di motivazioni che prima o poi arriveranno.

Senza categoria

Collezioni gioielleria 2017

Published by:

Dior e i segni zodiacali

La maison Dior ha scelto come motivo tematico della sua collezione gioielli Tell Me i segni zodiacali realizzati in metallo dorato ed impreziositi dalla presenza di perle e cristalli che danno forma a delle creazioni eleganti, dallo stile moderno e versatile, caratterizzate da pendenti luminosi che raffigurano il proprio segno. Sui gioielli proposti da Dior sono riprodotti in maniera raffinata e personale gli animali ed i diversi simboli che identificano nella tradizione occidentale i 12 segni zodiacali, che con le loro caratteristiche identificano il carattere degli individui.

La collezione si compone da 12 collane La maison ha deciso di rendere omaggio al fondatore della griffe, Christian Dior il quale era scaramantico, presentando la collezione gioielli Tell Me, composta da una serie di 12 collane con relativi ciondoli, ciascuno dedicato ad uno dei segno dello zodiaco su cui sono protagonisti oro, perle e cristalli che danno forma a dei ciondoli affascinanti e glamour. I segni sono poi caratterizzati dalle iniziali CD che identificano la griffe francese, inoltre ogni singolo charm è un vero e proprio capolavoro, in miniatura, di gioielleria, facendo affidamento su un’estetica moderna, chic e curata che valorizza un design sobrio ma elegante che si abbina perfettamente ad ogni look confermando lo stile Dior da sempre emblema di eleganza e raffinatezza.

La nuova linea Pandora

La casa di gioielleria di Copenaghen Pandora presenta tra le sue recenti collezioni la linea Essence, al cui interno si trova il bracciale in argento Sterling 925, che può essere combinato in maniera personale attraverso l’inserimento di diversi charm d’argento oppure di oro, possono anche scelte delle pietre e degli zirconi.

La casa di gioielleria di Copenaghen Pandora presenta tra le sue recenti collezioni la linea Essence, al cui interno si trova il bracciale in argento Sterling 925, che può essere combinato in maniera personale attraverso l’inserimento di diversi charm d’argento oppure di oro, possono anche scelte delle pietre e degli zirconi.

Tra le diverse creazioni presentate dal brand Pandora della recente linea Essence e acquistabili da Pasinigioielli si trovano modelli dall’allure moderno e ricercato quali il ciondolo ribattezzato con il nome Dignità realizzato in oro 14k  caratterizzato da pietre e metalli differenti, ogni colore e finitura sono stati pensati con lo scopo di veicolare un vero e proprio significato; per le donne che sono invece patite di astrologia si suggerisce un bracciale decorato con lo charm che raffigura il proprio segno zodiacale; per le più sdolcinate ci sono motivi tematici romantici come ad esempio lo charm Amore ma anche lo charm Affetto che ha come particolare il quarzo che simboleggia la tenerezza e l’affetto, la sfera Pazienza è realizzata in pietra d’agata di pizzo blu simboleggia la tranquillità e la serenità.

Senza categoria

Icona di stile per la donna di oggi

Published by:

Moda

Moda?

Moda!

Si ma con grande stile!

Quasi Iconico e da vero status symbol. E in quale altro modo si potrebbe descrivere la nuova collezione PE 2017 di Elisabetta Franchi?

Tra le più grandi firme della moda mondiale, il marchio Elisabetta Franchi è sinonimo di fascino e sensualità, di classe ed estro. E’ il simbolo stesso del made in Italy nel mondo.

Il percorso creativo della maison ha origine a Bologna, città in cui Elisabetta Franchi nasce nel 1968, nella quale la designer studia  all’Istituto Aldrovandi Rubbiani.

Nel 1996 la designer apre un piccolo atelier, dove comincia a dare forma alle sue idee e a realizzare i primi capi, con appena 5 collaboratori (oggi sono oltre 200).

Il Pret a Porter Made in Italy

Artefice di un perfetto pret à porter Made in Italy che deve il suo grande successo allo stile e alla particolare strategia produttiva fatta di qualità, eccellenza e cura dei particolari. Si è imposto nel mondo della moda grazie alle sue collezioni spregiudicate, intense e rivoluzionarie, caratterizzate dall’uso di materie prime di qualità, di materiali diversi accostati tra loro con sapiente maestria e infiniti dettagli preziosi che rendono immediatamente riconoscibile il brand agli occhi di chi lo ammira.

Abbigliamento per la donna ricco di stile, creatività e fascino

Se dovessimo descrivere gli abiti e gli accessori di Elisabetta Franchi in poche e semplici parole, li potremmo definire sontuosi, versatili, eleganti e originali. E, del resto, come potrebbe essere diversamente? Anche se ne è passata di acqua sotto i ponti da quel lontano 1968, il brand Elisabetta Franchi è rimasto fedele ai suoi inizi scoppiettanti – fatti di tessuti morbidi e ricercati, colori pastello, linee sinuose pur riuscendo a reinventarsi giorno dopo giorno, collezione dopo collezione, creando modelli unici al mondo.

E se la parola d’ordine è stupire tutti all’ennesima potenza, spazio a collezioni aggressive e spregiudicate, realizzate grazie alla combinazione di materiali completamente distanti tra loro, come seta e pelle, ma anche metallo pesante e soffice gomma, forme bombate o più squadrate, per linee moderne e sensuali, pensate per una donna giovane, sicura di sé e al passo con i tempi.
Questa è la vera forza delle collezioni donna di Elisabetta Franchi: glamour e sofisticate ma anche eleganti e sensuali e assolutamente provocanti…   esse regalano emozioni forti, difficili da descrivere ma soprattutto, impossibili da dimenticare.

Le nuove collezioni PE 2017

Incredibili. Questo è il primo aggettivo che viene in mente guardando GLI OUTFIT Elisabetta Franchi, caratterizzati da tessuti ricercati e colori solari  spesso realizzate con colori a contrasto  abbinati all’intramontabile nero, ovviamente – per le fibbie gioiello e per gli eleganti cinturini da allacciare alla caviglia che slanciano la figura, regalando classe e portamento invidiabili. Abiti lunghi o corti disponibili in rosa, verde, nero e arancio, per dettar legge in un’estate spettacolare,.
Di sicuro impatto, gli abiti per le occasioni particolari: tradizionali o con barra a rialzo, sono realizzate in ecrù, per uno stile sobrio ma pieno di charme.

Un consiglio finale? Elisabetta Franchi: compra dal negozio online!

Senza categoria

Shopping fà sempre rima con donna?

Published by:

Da quando l’uomo ha memoria, shopping fa rima con donna.

Ma questo era vero solo fino a qualche anno fà…

Moda e fashion sono da due passioni molto coinvolgenti per le donne, che amano acquistare i migliori capi di abbigliamento per essere sempre alla moda.

Ma se fino a qualche anno fa i negozi erano sempre pieni di giovani, giovanissime e donne mature, intente a effettuare i loro acquisti di moda, da qualche anno la tendenza si è modificata e gran parte degli acquisti avvengono online.abbigliamento uomo online

La rivoluzione dello shop online

L’abbigliamento è una delle voci di spesa più frequenti in tutto il pianeta e il motivo è da ricercare nella grandissima varietà di capi che possono essere acquistati semplicemente premendo un tasto del computer o con il proprio smartphone. Non esistono più limiti legati agli orari di apertura, non esistono più le code chilometriche nei primi giorni di saldi e non è più necessario trascinare la migliore amica in estenuanti maratone di shopping per i negozi della città, perché adesso grazie a internet gli acquisti arrivano direttamente a casa, senza stress.

Prima solo le donne, oggi anche l’uomo sempre più spesso acquista online

I negozi online stanno recuperando velocemente consensi per merito dell’indubbia comodità di effettuare gli acquisti in qualunque momento del giorno e della notte, da qualunque parte del mondo ci si trovi, anche se si hanno solo 5 minuti liberi a disposizione. Anche grazie alla diffusione degli smartphone e delle connessioni veloci, la moda per l’uomo può essere acquistata in maniera facile in uno dei tanti negozi online. Non c’è attività più semplice: gli store virtuali sono ricchissimi di capi, hanno le collezioni più nuove e i capi must-have al miglior prezzo: Dondup, Santoni, Cesare Paciotti e Moncler sono solo alcuni dei brand più amati dall’uomo e che possono essere acquistati online su abbigliamentograndifirme.it e riceverli direttamente a casa.

Anche per l’uomo dunque la moda è online

Anche per l’uomo di oggi lo shopping online è diventato una vera e propria fonte di salvezza: chi ha un lavoro impegnativo conosce bene le difficoltà di fare shopping nei normali orari di apertura dei negozi fisici, ma grazie agli ecommerce online questo problema viene superato agevolmente dato che queste strutture di vendita online sono praticamente aperte 24 ore su 24.

e se la taglia non va bene? Nessun problema! Molti negozi online permettono di effettuare il reso gratuito: basta concordare con il corriere l’ora e la data del ritiro per ricevere un cambio un buono da spendere per altri acquisti!