Senza categoria

Cosa deve contenere una buona maschera alla cheratina

Gli ingredienti più comuni di una maschera alla cheratina

Sul mercato esistono numerosi brand che realizzano maschere alla cheratina, ma cosa contengono e che ingredienti non possono mancare in un prodotto del genere?

Iniziamo con l’ingrediente principale, ovvero il principio attivo che è la cheratina. Questa proteina importantissima deve essere presente nella maschera in una quantità che non sia irrisoria, altrimenti l’effetto desiderato non potrà essere ottenuto e la ricostruzione sarà poco efficace.

Si tratta di un aspetto importante, in quanto spesso vengono commercializzate maschere alla cheratina che sono quasi prive di questo ingrediente, quindi leggere bene l’etichetta ed assicurarsi che la cheratina sia tra i primi ingredienti è un buon segno, anche quando le percentuali precise non vengono riportate.

Oltre alla cheratina, in una maschera alla cheratina solitamente ci sono anche altri componenti che servono per idratare, nutrire e garantire altre proprietà benefiche a chi usa la maschera.

Tra questi gli oli naturali non mancano quasi mai e tra questi più utilizzati sono: l’olio di Jojoba, olio di Argan, olio di cocco, etc.

Non solo, oltre alla cheratina spesso una maschera alla cheratina può contenere anche collagene, acido ialuronico, oro micronizzato, estratti di piante, essenze naturali e via dicendo.

Ogni ingrediente solitamente ha una propria funzione, così la maschera alla cheratina riesce ad agire ad ampio spettro sui capelli e coprire tutti i bisogni dei capelli danneggiati.

Che tipo di maschera alla cheratina bisogna preferire

Sicuramente affinché possa essere ritenuta di buona qualità, una maschera alla cheratina oltre ad avere una quantità sufficiente di principio attivo deve contenere anche altri ingredienti naturali come quelli elencati in precedenza, inoltre la maschera deve risultare leggera, non deve appesantire i capelli quindi si devono preferire maschere senza parabeni e siliconi, conservanti e agenti schiumogeni che rendono i prodotti aggressivi ed anche nocivi per la salute dell’uomo.

È altrettanto importante fare affidamento solo su prodotti di qualità, che spesso viene rispecchiata anche dal prezzo di mercato che viene adoperato per la vendita del prodotto. Una maschera alla cheratina che costa un paio di euro difficilmente sarà leggera e in grado di garantire un’azione ristrutturante completa, quindi questo aspetto va tenuto in considerazione se si vuole ottenere dei risultati soddisfacenti.

Maschera alla cheratina: – tempo di posa

Non c’è un tempo di posa standard che riguarda ogni maschera alla cheratina, in quanto ogni produttore decide i tempi necessari in base alla formulazione ed agli ingredienti utilizzati per realizzare il prodotto. Infatti, alcuni ingredienti agiscono più in fretta rispetto ad altri e ci sono maschere che vanno tenute in posa per 1-2 minuti, mentre altre possono richiedere anche 20-30 minuti.

Comunque, mediamente la maggior parte delle maschere alla cheratina hanno un tempo di posa che va dai 3-4 minuti fino ad un massimo di 10 minuti.

Conclusioni

Un trattamento con una maschera alla cheratina può essere eseguito ogni volta che si hanno i capelli sfibrati, secchi, deboli, trattati, stressati ed in altre condizioni che richiedono un trattamento ricostruttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *